gioie e dolori
benvenuti nel mio forum spero vi troverete bene
E SIATE MOLTO GENTILI DI PRESENTARVI NELLA SEZIONE BENVENUTI
COSì VI SALUTEREMO TUTTI GRAZIE VI CHIEDO UNA GENTILEZZA PRESENTATEVI ALTRIMENTI NON Cè MOTIVO DI ISCRIVERVI, CHIUNQUE SI SCRIVE NON SI PRESENTA NON CAPISCO IL MOTIVO,DATO CHE IL FORUM è VISIBILE ANCHE SENZA ISCRIZIONE GRAZIE

gioie e dolori

è un forum di poesie di gioie e dolori
 
PortaleIndiceGalleriaFAQRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 SPARIZIONI MISTERIOSE

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
avatar

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 66
barra di rispetto :
Personalized field :




Data d'iscrizione : 03.11.07

MessaggioTitolo: SPARIZIONI MISTERIOSE   Ven Set 25, 2009 1:14 am


Sparizioni misteriose - Porte fra i mondi
Ogni anno scompaiono nel nulla milioni di persone. Dove vanno a finire?





Mistero e Ignoto: Il Mistero, l'Ignoto, quanto siamo affascinati da tutto ciò che non conosciamo o non riusciamo a spiegare. Eppure, la storia del nostro mondo resta così inesplorata, priva di tante tessere, tanto da non poter avere nemmeno l'idea di come potrà apparire il mosaico, una volta compiuto.
..l'ignoto è in noi e intorno a noi.

New York, Times Square. 15 giugno 1950, ore 23.10. L'ultima rappresentazione teatrale è appena terminata. Gli spettatori che escono dal teatro si mescolano alla folla dei passanti. La serata è piacevolmente calda e tranquilla. Ad un tratto, uno stridìo di freni. Urla d'orrore. I passanti si fermano incuriositi. Qualcuno accorre. La voce si sparge: c'è stato un incidente. Forse qualcuno è stato investito. Un uomo, in mezzo alla folla, spiega con tono di voce sconvolto che "quel tizio" gli è sbucato davanti all'improvviso. Non è riuscito a frenare in tempo. A terra, riverso bocconi in posa grottescamente scomposta, c'è un uomo dall'apparente età di trent'anni, vestito in modo alquanto strano e antiquato: pantaloni elasticizzati, scarpe lucide e nere con tacco rialzato e una grossa fibbia lucente, camicia con lo chabot, lunga finanziera nera e un ampio cappello a tesa. Il tutto di ottima fattura e perfettamente conservato. Un abbigliamento in gran voga nell'ottocento!
Arriva la polizia per gli accertamenti del caso. I testimoni vengono ascoltati e il cadavere viene portato via. All'obitorio si esaminano gli effetti personali della vittima. Nel suo portafogli vengono rinvenuti alcuni biglietti da visita intestati ad un certo Rudolf Fenz, ed alcune ricevute intestate e rilasciate allo stesso nominativo, per una somma pagata per la manutenzione di una carrozza a cavalli, alcune banconote (dollari), ormai fuori corso da tempo immemorabile, e una lettera, indirizzata sempre a Rudolf Fenz. Il bollo postale, sulla busta, è del giugno 1876!
Passano i giorni. Poiché nessuno si presenta per reclamare la salma, il caso diventa di competenza del dipartimento persone scomparse della polizia. Delle indagini viene incaricato l'ispettore Hubert V. Rihn. Sulla guida telefonica di New York non figura alcun Rudolf Fenz. C'è però, sulla guida del 1939, un Rudolf Fenz Jr. Da qui a scoprire che l'uomo in questione, nato nel 1870, è ormai morto da tempo, è cosa da poco. Però la vedova abita ancora allo stesso indirizzo. Ed è qui che l'ispettore Rihn si reca in cerca di lumi. Ma quello che trova è, a dir poco, sconcertante. La vedova Fenz, una gentile e minuta settantenne, accoglie Rihn con molto garbo e disponibilità ma anche con malcelato stupore. Non comprende il motivo della sua visita, dal momento che il marito, ex funzionario di banca, è ormai morto da tempo e non può certo essere lui l'uomo investito in Times Square. E non poteva trattarsi neanche del suocero, Rudolf Fenz Sr., oltre che per l'età che avrebbe avuto, non corrisponde a quella, apparente o no, della vittima, per il fatto che questo era scomparso in circostanze misteriose nella tarda primavera, forse giugno, del 1876. Sua moglie, buonanima, non sopportava il fumo, così Fenz Sr. quella sera era uscito per farsi una fumata in santa pace... e nessuno lo aveva più rivisto! Di lui non si erano avute più notizie. La moglie aveva sporto denuncia, ma le indagini della polizia non erano approdate a nulla.
L'ispettore Rihn, perplesso si congeda dalla vedova Fenz e corre all'archivio, a consultare la lista delle denunce di persone scomparse nel 1876. Nell'elenco compare, effettivamente, il nome di Rudolf Fenz di anni 29. Al momento della scomparsa, come testimoniato dalla moglie e messo agli atti, l'uomo indossava una lunga finanziera nera, scarpe, anch'esse nere, con la fibbia, e un cappello a tesa! Chi era l'uomo rimasto ucciso nell'incidente in Times Square in quella notte di giugno del 1950? Rudolf Fenz Sr. uscito di casa per un breve periodo per fumarsi il suo sigaro senza dover subire i rimbrotti della moglie, prevedendo di ritornare presto, tanto da portarsi dietro una lettera ricevuta il giorno stesso e, fra un passo e l'altro, finito, come per magia, in un altro tempo, solo per morire sotto le ruote di un automobilista incolpevole? O lo scherzo di un burlone finito in tragedia? Nessuno conosce la risposta a queste domande. Il caso di Rudolf Fenz, a più di cinquant'anni dal fatto, è tuttora insoluto. Ma gli interrogativi, inquietanti, che il caso propone, restano: è concepibile che si possa, inconsapevolmente o meno, attraversare materialmente, fisicamente, la barriera del tempo e dello spazio? E, se sì, è possibile che il passaggio possa avvenire in tempi tanto brevi da non rendersene neppure conto? In questo caso il ragionamento ci porterebbe ad ipotizzare l'esistenza di "porte temporali", fenomeni naturali che chiunque potrebbe varcare facilmente e inconsapevolmente, anche solo passeggiando.

Simonetta Mostarda (I Misteri-Edizioni Cioè Srl)


FONTE: telefree.it

_________________
mi manchi marco
Torna in alto Andare in basso
http://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Gugol
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschio
Numero di messaggi : 10640
Localizzazione : Gomorra Centro
barra di rispetto :
Personalized field :
la bontà e l'educazione in persona
Data d'iscrizione : 04.11.07

MessaggioTitolo: Re: SPARIZIONI MISTERIOSE   Ven Set 25, 2009 11:52 am

che ciorta, inbucare un tunnel temporale per andare a morire sotto una macchina....

_________________
NULLA DIES SINE LINEA!
Torna in alto Andare in basso
 
SPARIZIONI MISTERIOSE
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
gioie e dolori :: ARTE STORIA MITOLOGIA-
Vai verso: