gioie e dolori
benvenuti nel mio forum spero vi troverete bene
E SIATE MOLTO GENTILI DI PRESENTARVI NELLA SEZIONE BENVENUTI
COSì VI SALUTEREMO TUTTI GRAZIE VI CHIEDO UNA GENTILEZZA PRESENTATEVI ALTRIMENTI NON Cè MOTIVO DI ISCRIVERVI, CHIUNQUE SI SCRIVE NON SI PRESENTA NON CAPISCO IL MOTIVO,DATO CHE IL FORUM è VISIBILE ANCHE SENZA ISCRIZIONE GRAZIE

gioie e dolori

è un forum di poesie di gioie e dolori
 
PortaleIndiceGalleriaRegistratiAccedi

Condividi
 

 MISTERI

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 12:05 am

MISTERI
"Esperienze paranormali" leggete un articolo di Adriana Bolchini


1 ) L' esperimento di Philadelphia
MISTERI Norfolk

Ritengo estremamente importante che la scienza intensifichi le ricerche su quali possano essere le conseguenze

degli effetti del magnetismo sull'uomo .

Nel 1943 , nel porto di Pholadelphia , fu compiuto dalle autorità americane un esperimento di

con il cacciatorpediniere "Eldrige" , che aveva in forza un equipaggio di 200 uomini , mettendo in atto la

teoria dei campi unificati di Einstein .

Furono accesi dei campi di forza a prua , a poppa e di fianco alla nave , che rapidamente scomparve

dal porto di Philadelphia per ricomparire , rimaterializzandosi all'istante , nel porto di Norfolk , a 4.400

miglia di distanza . L' esperimento , compiuto con conoscenza limitata sugli effetti del magnetismo , non

realizzò il completo trasferimento della nave e del suo equipaggio . Ciò comportò il manifestarsi degli effetti negativi

derivanti dalla vicenda : l'acqua , nel punto dove era ancorata la nave , mostrava ancora l'avvallamento procurato

dal peso dell'incrociatore e gli uomini che erano a bordo , una volta spenti i campi magnetici di forza , non

riacquistarono tutti la forma fisica ma alcuni rimasero parzialmente o totalmente invisibili .

Si rimaterializzavano solo toccandoli , una volta che si fossero fatti localizzare.

Col passar del tempo gli effetti magnetici continuarono a manifestarsi :improvvisamente i marinai o scomparivano

completamente o solo a metà e se qualche collega non li toccava, sarebbero ( con questo termine veniva

definito lo stato di invisibilità ).

Queste notizie , tenute segretissime , trapelarono grazie all'impegno e al coraggio dimostrato dal giornalista

M.K.Jessup che , essendo anche uno scienziato , portò avanti ricerche meticolose sul fenomeno .

Ma il 20 aprile 1959 Jessup , giornalista affermato e studioso di successo , fu ritrovato morto nel garage della

sua casa per avvelenamento da monossido di carbonio . Apparente sembrava un inspiegabile suicidio .

Secondo molti dei suoi amici e colleghi era invece stato assassinato perchè sapeva troppo .

Io sono d'accordo con loro .

E necessario risvegliare , educare e sviluppare una facoltà più profonda : l'intuizione .

Non ci spaventiamo se le intuizioni sono spesso incomprensibili. Incominciamo col NON negarle ...

ed esse appariranno . Mettiamo per un po' da parte la ragione : noi non siamo l'immagine

che vediamo allo specchio , ma di più , molto di più .


_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr


Ultima modifica di Admin meryan il Mer Giu 04, 2008 12:27 am, modificato 2 volte
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 12:09 am

2) John Worrel Keely
MISTERI Ufo5



Era un inventore solitario nato in Pensylvania il quale , mentre compiva studi sulle forze magnetiche che percorrono

la Terra fluendo dai poli , ebbe l'intuizione che i corpuscoli di materia potevano essere divisi per mezzo di vibrazioni .

Applicando questo principio che chiamò FORZA DINASFERICA , riuscì a far funzionare con un moto perpetuo un motore

che solo l'usura poteva fermare . Keely conduceva i suoi esperimenti a New York e la sua scoperta destò un vivo interesse.

Le autorità lo fermarono impedendogli di continuare esperimenti su tale strada , ma prima di obbligarlo a concludere la sua

carriera di inventore egli realizzò il suo ultimo progetto . Keely costruì un modello di astronave

in metallo del peso di circa 3 chili e dopo averlo collegato con un sottile filo di platino fissato all'estremità di un

sintetizzatore , suonò col violino una nota musicale e il modellino iniziò a volare , rimanendo immobile , alzandosi

e abbassandosi con grande facilità di manovra.

Dopodichè Keely scomparve improvvisamente con tutti i mobili e le sue invenzioni senza che nemmeno i vicini

di casa se ne accorgessero . Ma quanta conoscenza abbia lasciato in eredità , possono testimoniarlo

tutti coloro che hanno assistito al passaggio di dischi volanti che emettevano suoni melodiosi , come

sinfonie .


3 ) Il QUINTO battaglione NORFOLK
MISTERI Ufo2


La guerra non solo mette a dura prova lo spirito degli uomini, ma anche i loro sensi. Nessuno può sapere che cosa può

succedere in una conflagrazione bellica: neppure si può escludere che un mondo si apra e ne inghiotta un altro, come è

successo con un intero reggimento britannico durante la campagna di Turchia, durante la prima guerra mondiale.

Era il 20 agosto 1915. I turchi occupavano una zona in posizione elevata presso la baia di Sulva, e il combattimento fra di

loro e le forze attaccanti, britanniche, neozelandesi e australiane, fu accanito, con gravi perdite da entrambe le parti.

La mattina dopo fu serena e soleggiata, guastata soltanto da sette o otto nubi a forma di fette di pane intorno a una

montagnolachiamata Colle 60, da cui l'esercito turco scatenava un fuoco terrificante. Stranamente, nonostante

una brezza di ottochilometri all'ora proveniente da sud, le strane nubi rimasero immobili.

Il 14°Reggimento Norfolk affrontò la difficile impresa di sferrare un attacco contro la posizione turca. Esso avanzò fino a

immergersi in una delle nubi che stava a cavallo di un torrente in secca, il Kaiajak Dere. Ci volle quasi un'ora perchè la fila,

composta di quattromila uomini, scomparisse nella nube, secondo i genieri della Nuova Zelanda che erano appostati a due

chilometri e mezzo di distanza.

Poi avvenne l'incredibile. La nube a bassa quota, descritta come lunga 250 metri e larga 60, si sollevò lentamente nel cielo

e scomparve in direzione della Bulgaria.

Con la nube se ne andarono gli uomini del 14°reggimento dell'esercito britannico. Oggi nessuna croce terrena

contrassegna le loro tombe. Se essi furono annientati in battaglia, allora la loro cancellazione fu più improvvisa e completa

diqualsiasi altra avvenuta nella storia militare.

Ma se furono sollevati nelle nubi e portati via, come dissero i genieri neozelandesi,

essi potrebbero essere dovunque, magari anche in un mondo senza guerra.

Di tutto questo è conservata documentazione nel Museo della Guerra di Londra dove ,

chi lo desidera , può ricevere informazioni dettagliate e conferma incontrovertibile della veridicità

del fenomeno rimasto inspiegabile .

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 12:13 am

4 ) La tomba di Tullia
MISTERI Torcia8.................................................................................MISTERI Torcia9

Molte leggende parlano di lampade eterne che brillavano per secoli senza spegnersi.

A confermarlo è stata la scoperta della tomba di Tullia figlia di Cicerone, uomo politico, scrittore e

filosofo romano vissuto nel I sec. a.C.

Quando fu aperta la tomba sulla via Appia Antica, nel 1450 circa, il corpo della ragazza era ancora intatto

ed immerso in un liquido trasparente.

Ai suoi piedi c'era una lampada accesa che si spense al contatto con l'aria.

Come aveva potuto illuminare la stanza per 1500 anni e da che cosa era stata alimentata?

Secondo Charroux potè funzionare soltanto con pile nucleari che durano 5000 anni e diffondono

una particolare luce bianco-azzurra.

La conclusione ? Gli antichi conoscevano la radioattività .

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 12:21 am

La colonna di Kitub ( a Dheli )

La sua età non ha potuto essere stabilita con certezza , sebbene si sappia che abbia più di 4000 anni .

Essa è composta da pezzi di ferro saldati o tenuti insieme in chissà quale modo che , sebbene esposti

ad un clima caldo e umido e a tutte le intemperie , non hanno segni di ruggine .

Si tratta di ferro puro che noi possiamo oggi produrre , mediante elettrolisi , solo in piccolissime quantità .

MISTERI Divid3

La tomba di Chou Chu

Nella tomba del generale cinese (vissuto tra il 265 e il 316 d.C. ) venne ritrovata , fra altri oggetti , una

curiosa cintura che, sottoposta nel 1958 ad accurate analisi presso l'istituto di fisica applicata dell 'Accademia

delle scienze cinese , risultò composta per l'85 per cento di alluminio , per il 10 per cento di rame e per il 5 per cento

di manganese .

Benchè l'alluminio sia largamente diffuso sulla terra è molto difficile da estrarre . Il procedimento elettrolitico ,

che è sinora il solo conosciuto per ricavare l'alluminio dalla bauxite , non è stato sviluppato che dopo il 1808.

Il fatto che artgiani cinesi siano riusciti ad estrarre l'alluminio dalla bauxite 1600 anni fa , rappresenta

un'importante scoperta nella storia mondiale della metallurgia .

MISTERI Egyptbar

Antico Egitto

Fra i rinvenimenti di cui è stata data notizia si trovano mappe astronomiche di una precisione sorprendente

e un gran numero di oggetti , molti dei quali non hanno potuto ancora essere identificati .

Vi sono anche lenti di cristallo perfettamente sferiche , fabbricate con altissima precisione .

E interessante notare che lenti analoghe sono state trovate anche in Iraq e nella Australia centrale ed esse possono essere

oggi ottenute soltanto con un abrasivo speciale a base di ossido di cerio . Da ciò scaturisce una domanda :

gli Egiziani conoscevano l'elettricità?

Infatti l'ossido di cerio si produce con un processo elettrochimico ed è assolutamente impossibile isolarlo

senza disporre di energia elettrica .

Consideriamo il fatto che nelle viscere delle piramidi si trovano vani talmente segregati dal mondo esterno

che l'aria fresca vi venne portata dai loro scopritori , 40 secoli dopo la chiusura .

Ora... le pareti , i pavimenti ed i soffitti sono coperti da finissimi geroglifici a più colori , pitture che sono state

certamente eseguite nell'interno dei locali , quando la costruzione era già stata ultimata .

Ma di quale luce si poterono servire gli artisti ?

Per effettuare opere di tale delicatezza e perfezione occorrono potentissime sorgenti luminose e fiaccole o lampade

non potrebbero bastare ; ed esse non furono certamente usate poichè non c'è traccia di fumo o fuliggine ,

come ne ritroviamo invece in tutti i vani chiusi illuminati con tale sistema .

Che i figli del Nilo abbiano fatto uso delle sorgenti luminose a cui noi stessi ricorreremmo in circostanze analoghe ?

MISTERI Mago3
........................................................................MISTERI Mago4

Le pile di Bagdad

Un ingegnere tedesco incaricato di costruire le fogne di Bagdad scoprì , fra quelle che il museo locale considerava

"cianfrusaglie " , pile elettriche ancora funzionanti , etichettate come "oggetti di culto" e risalenti alla dinastia

dei Sassanidi . Le ricerche condotte in seguito a tale rinvenimento rivelarono l'esistenza di una setta che ,

a partire da 2000 anni fa , difendeva gelosamente i segreti dell'elettricità in genere e della galvanoplastica in particolare .

Gli elettricisti occulti di Bagdad tuttavia non inventarono nulla : pochi chilometri a sud della capitale irachena ,

nel cuore dell'antica Babilonia , sono venuti alla luce accumulatori che si ritengono fabbricati 3 o 4 mila anni fa...

manco a dirlo... su licenza egizia .

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 12:24 am


Le Piramidi
MISTERI Gizaline

Parlando delle piramidi dobbiamo occuparci di un altro grosso rompicapo scientifico :

basta osservare attentamente una di queste imponenti costruzioni per rendersi conto che esse

non sono state erette senza un adeguato progetto ed un'adeguata attrezzatura ,

cioè fidando solo nella buona ventura e nella forza degli schiavi .

I massi che formano la piramide di Cheope pesano da 15 a 100 tonnellate e nella camera dei Re

il soffitto è fatto di blocchi di granito rosso del peso di 70 tonnellate .

Ai nostri giorni un lavoro del genere sarebbe possibile soltanto se si costruissero intorno alle piramidi

( e sulla sabbia - badate bene ! ) piattaforme di cemento armato capaci di sopportare il peso

di vagoni ferroviari a 40 ruote e con l'ausilio dei mezzi tecnici più moderni e perfetti .

La stessa osservazione va fatta per le grandi opere dell'America precolombiana .

MISTERI Horizline

Quello del trasporto delle materie prime su percorsi incredibili è un enigma che ci si profila

un po' in tutto il mondo .

C'è chi ha alluso ai piani inclinati , chi ha pensato a rulli ricavati da tronchi d'albero sui quali sarebbero

stati fatti scorrere i massi , ma queste ipotesi non convincono i tecnici che vi oppongono un

semplice ragionamento : ammettiamo che mille mani siano sufficienti a trasportare uno

dei blocchi in questione ( il calcolo è modestissimo ) ; ebbene 1000 mani appartengono a 500 uomini .

Dove avrebbero potuto i 500 uomini trovar posto attorno alla titanica pietra ?

C'è poi chi affaccia ipotesi fantastiche affermando che gli Egizi possedevano addirittura

nozioni tali da condurre all'eliminazione della forza di gravità e all'uso degli ultrasuoni

sia per la squadratura che per il trasporto dei massi .

Gli uomini della preistoria -dice Charroux- conoscevano il fondamento delle vibrazioni

e se ne servivano per tagliare la selce , utilizzando le onde d'urto .

Alcuni tirano in ballo il magnetismo anche se , sulla base delle nostre attuali conoscenze

scientifiche , entrambe le ipotesi ci lasciano assai perplessi .

Dobbiamo però prendere in considerazione che , almeno nel campo dell'acustica ,

molti fisici dell'antichità sapevano il fatto loro .

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 12:30 am

Il castello di corallo

MISTERI Castcoral


Dal 1920 al 1940, lavorando per lo più di notte, nell’aria umida della Florida,

per erigere un monumento ad un amore che non sarebbe mai stato corrisposto,

il minuscolo lettone Edward Leedskalnin

(era alto solamente un metro e cinquantadue centimetri e pesava quarantacinque chili scarsi)

utilizzò enormi massi corallini che pesavano fino a trenta tonnellate, usando tecniche che solo lui

conosceva. Il risultato finale, che fa pensare più a metallo fuso in uno stampo o colato piuttosto che a

pietra scolpita, continua a sbalordire architetti e ingegneri, nonché i diecimila turisti che vi affluiscono

ogni anno.

L’amore e l’opera di Leedskalnin si rivolgevano a una giovanissima sposa a cui egli si riferì sempre

come alla “Dolce Sedicenne”. Respinto proprio il giorno prima del matrimonio,

Edward lasciò la Lettonia per stabilirsi in Florida. Servendosi di blocchi utilizzati nell’edilizia locale,

Leedskalkin cominiciò a costruire il suo Castello di Corallo su quattro ettari di terra,

presumibilmente nella speranza di attirare il suo riluttante amore negli Stati Uniti.

Essa non venne mai, ma il piccolo lettone continuò ostinatamente a lavorare, sollevando

un’impenetrabile aura di mistero e di maestosità intorno al suo solitario progetto. Nessuna si capacitava

di come riuscisse da solo a sollevare da terra i giganteschi blocchi corallini e a caricarli sul suo camion,

nè come facesse a squadrarli e a collocarli, sistemando in certi casi lastre di nove tonnellate con un tale

senso dell’equilibrio e una tale delicatezza che bastava sfiorarle con un dito per farle ruotare.

Se venivano a trovarlo dei visitatori, Leedskalkin interrompeva il lavoro, per riprenderlo dopo che se

n’erano andati. Quando morì, nel 1951, si portò nella tomba i suoi segreti, anche se lasciò intendere che

fossero simili alle stesse tecniche con cui gli egizi avevano costruito la Grande Piramide di Cheope.

Tutto quello che è certo è che disse di essere riuscito a vincere le leggi naturali della gravità e

dell’equilibrio. Oggi i visitatori si entusiasmano davanti a meraviglie come un modello di Saturno di 18

tonnellate, collocato in cima a mura spesse novanta centimetri.

A breve distanza, immobilizzato nella sua orbita, c’è Marte, anch’esso rappresentato da un globo

di corallo dello stesso peso. Quest’opera, costruita per amore, ci ricorda il Taj Mahal di Agra, in India,

una tomba che è considerata il più splendido palazzo del mondo, fatto edificare dall’Imperatore Mogul

Shan Jehan per la sua moglie favorita.

Ma il Taj Mahal fu eretto da centinaia di abili operai, aiutati dai montacarichi e argani speciali,

nonché da fondi illimitati, da un esercito di fornitori e da lunghe file di buoi per il traino dei materiali,

mentre il Castello di Corallo fu costruito di notte e da un solo uomo.








Il teschio di cristallo
MISTERI Teschioblu


Il quarzo cristallino ha sempre goduto di popolarità per le sue presunte proprietà spirituali.
Questo stesso minerale affascinò anche le culture antiche. I greci lo chiamavano Crystallos,
o “ghiaccio chiaro”. In Egitto, fin dal 4000 a.C., le fronti dei defunti venivano adornate con un
“terzeo occhio” di quarzo cristallino per permettere all’anima di vedere la strada per l’eternità.
Tradizionalmente, il materiale preferito da veggenti e sensitivi per le loro sfere è cristallo di rocca
purissimo.
Ma l’oggetto più straordinario che si conosca, composto da questo materiale, è il cosidetto
“teschio di cristallo” di Mitchell-Hodges,
la cui origine è variamente attribuita agli Atzechi, ai Maya o addirittura agli Atlantidi.
Anche il suo rinvenimento fu molto controverso ed è stato al centro di diversi dibattiti.
Secondo certe fonti, fu trovato nel 1927 da una diciassettenne, Anna, figlia adottiva dell’avventuriero
e vagabondo F.A. Mitchell-Hodges, mentre scavava fra le rovine di Lubaantun, la “Città delle pietre
cadute” nelle giungle dell’Honduras britannico.
Dopo tre anni di scavi nell’antico sito archeologico maya, Anna portò alla luce il teschio di cristallo
di rocca, a grandezza naturale, che giaceva fra le macerie di un altare e di un muro attiguo.
Una mandibola appartenente allo stesso manufatto venne ritrovata a circa otto metri di distanza
tre mesi dopo. La squadra di Mitchell-Hodges eseguì estesi scavi nella zona, e diede un enorme
contributo al nostro attuale patrimonio di reperti e conoscenze sulla civiltà precolombiana del Nuovo
Mondo.
Ma Mitchell-Hodges era anche noto come un fervente assertore della veridicità della
leggenda di Atlantide; fu anzi in primo luogo la convinzione che fosse possibile confermare l
’esistenza di una connessione fra le civiltà atlantidea e maya a spingerlo a sfidare le giungle
dell’America centrale. Il cristallo di rocca, purtroppo, non può essere datato con i sistemi convenzionali.
Tuttavia i laboratori Hewlett-Packard, che studiarono il misterioso cranio, hanno stimato che il suo
completamento avrebbe richiesto un minimo di trecento anni di lavoro a una serie di artigiani dotati,
però, di enorme talento. In termini di durezza questo tipo di cristallo è solo leggermente inferiore al
diamante. Perchè allora questo pezzo di pietra, tra l’altro non originario del posto,
era considerato di un tale valore che il popolo che lo lavorò - quale che fosse -
impiegò più di tre secoli per levigarlo pazientemente?
Il mistero del teschio di cristallo si infittì ancor di più quando fu ritrovata la parte inferiore e quando
i due pezzi furono attaccati si vide che la mandibola si articolava col resto del teschio, creando l’effetto
di un cranio umano che apre e chiude la bocca. E’ possibile che il teschio fosse manovrato in tal modo
dai sacerdoti del tempio e che fosse usato come oracolo e strumento di divinazione.
Pare che il lobo frontale del teschio a volte si appanni, acquistando una tinta lattiginosa.
Altre volte emette un’aura spettrale simile all’alone della luna. Queste manifestazioni potrebbero
essere il frutto di una fantasia sovreccitata, oppure stimolata dal potere intrinseco del cranio stesso;
di fatto coloro che hanno avuto contatti prolungati nel tempo col teschio riferiscono di esperienze
sensoriali inquietanti che comprendono suoni ed odori eteri, fino ad arrivare all’apparizione di spettri.
L’impatto visivo del teschio è, sicuramente, ipnotico anche per uno scettico.
[/center]

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Cristiana
speciale
speciale
Cristiana

Femmina
Acquario Numero di messaggi : 1653
Età : 51
Localizzazione : Viareggio
Personalized field : 0
Data d'iscrizione : 06.03.08

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 10:33 am

Molto interessanti questi argomenti....però io so come venivano costruite le piramidi....(....so tutto dell'antico Egitto....o quasi).... MISTERI 195152
Torna in alto Andare in basso
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkMer Apr 02, 2008 12:35 pm

SE SAI QUALCOSA IN PIù PUOI POSTARLOMISTERI 401165 MISTERI 813280

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Cristiana
speciale
speciale
Cristiana

Femmina
Acquario Numero di messaggi : 1653
Età : 51
Localizzazione : Viareggio
Personalized field : 0
Data d'iscrizione : 06.03.08

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkVen Apr 04, 2008 10:56 am

Admin meryan ha scritto:
SE SAI QUALCOSA IN PIù PUOI POSTARLOMISTERI 401165 MISTERI 813280


Lo farò sicuramente....appena trovo del materiale interessante. Grazie per l'opportunità di spaziare su questo argomento. A me piace moltissimo. MISTERI 75387
Torna in alto Andare in basso
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkVen Apr 04, 2008 12:16 pm

METTERò ALTRO SE TI PIACE scioccato :ROSSA:

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Cristiana
speciale
speciale
Cristiana

Femmina
Acquario Numero di messaggi : 1653
Età : 51
Localizzazione : Viareggio
Personalized field : 0
Data d'iscrizione : 06.03.08

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkVen Apr 04, 2008 1:27 pm

Admin meryan ha scritto:
METTERò ALTRO SE TI PIACE scioccato :ROSSA:

A me piace tutto quello che riguarda l'antico Egitto sono da sempre appassionata di quel popolo. MISTERI 505894
Posto anch'io va bene?
Torna in alto Andare in basso
Admin meryan
Amministratrice
Amministratrice
Admin meryan

Femmina
Ariete Numero di messaggi : 24147
Età : 67
barra di rispetto : MISTERI 111010
Personalized field : MISTERI Adminactif
MISTERI If9x80



Data d'iscrizione : 03.11.07

MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bkVen Apr 04, 2008 1:30 pm

OK scioccato MISTERI 753781 MISTERI 187137

_________________
mi manchi marco
MISTERI 35165fr
Torna in alto Andare in basso
https://gioie-e-dolori.forumattivo.com
Contenuto sponsorizzato




MISTERI Empty
MessaggioTitolo: Re: MISTERI   MISTERI 16gd9bk

Torna in alto Andare in basso
 
MISTERI
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
gioie e dolori :: ARTE STORIA MITOLOGIA-
Vai verso: